Giona a Ninive

Chi è Giona? Giona è un profeta ribelle. La sua “storia” è raccontata nella Bibbia. Dio lo manda a Ninive, la grande città che vive nel peccato, a predicare conversion. E lui invece scappa. Ha paura. Prende una nave e si dirige dalla parte opposta rispetto a Ninive. Gettato in mare dai marinai e ingoiato da una balena, viene rigettato sulla spiaggia e finalmente cede alle pressioni di Dio. Accetta di vincere la paura e va a Ninive. I niniviti si convertono e tornano a fare il bene.

Questo racconto biblico è metafora dell’impegno dei cristiani nei confronti delle nostre città. Anche noi spesso scappiamo dalle nostre responsabilità. Giona è un po’ nostro fratello ed è un po’ dentro ciascuno di noi.

 

Agli amici che portano delle responsabilità di tipo politico, amministrativo, imprenditoriale e culturale rivolgo l’invito a partecipare al primo di quattro incontri che terremo presso i Padri Cappuccini di Mestre giovedì prossimo, 26 febbraio. Per riflettere, a partire dal libro di Giona, sulle nostre responsabilità di cristiani ai quali sono affidate delle scelte importanti per il futuro delle nostre città. Di Venezia, di Mestre e di tutto il nostro territorio.

 

L’incontro, che durerà un’ora e mezza, dalle 19.00 alle 20.30, ruoterà attorno a tre centri di interesse.

Il primo. Ascolto della Parola di Dio centrato sulla lettura e meditazione del primo capitolo del libro di Giona.

Il secondo. Lettura e riflessione su alcune sollecitazioni di papa Francesco contenute nell’Esortazione apostolica “Evangelii gaudium”, in particolare nel capitolo intitolato “No a un’economia dell’esclusione” (nn. 52-54).

Il terzo. A partire dalle riflessioni precedenti cercheremo di confrontarci con i problemi concreti delle nostre città e con le nostre responsabilità.

 

Un’occasione da non perdere e che fa seguito ad altri incontri tenuti assieme a me negli anni precedenti.

Vi aspetto numerosi.

 

Paris_psaulter_gr139_fol431v[1]

Un pensiero su “Giona a Ninive

  1. Molto interessante l’ incontro di questa sera. Le riflessioni che sono state svolte mi spingono ancor di più a mettermi a servizio dei miei concittadini, nel perseguimento dell’interesse collettivo. A presto Don Fausto. Jacopo 3299874104

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...